Le condizioni contrattuali di seguito trascritte valgono quale contratto quadro per tutti i negozi giuridici presenti e futuri fra le parti contrattuali. Altre condizioni contrarie alle presenti eventualmente predisposte dal cliente non hanno efficacia tra le parti e possibili accordi aggiuntivi necessitano, per la loro validità, di una conferma scritta da parte della venditrice.
La venditrice, inoltre, dichiara che i dati personali messi a disposizione dal cliente verranno trattati secondo le disposizioni in materia di tutela dei dati personali vigenti e ciò esclusivamente ai fini connessi con il presente o futuri negozi giuridici.

1- Acquisizione Ordini. Gli ordini o le proposte d’acquisto sono irrevocabili ai sensi dell’art. 1329 C.C. La venditrice si riserva di accettare gli ordini e/o di darne pronta esecuzione. Ove la venditrice ritenga di accettarli, essa potrà, a sua scelta, o comunicare tale accettazione al compratore, anche via fax-simile, ovvero dare per parte sua diretta esecuzione agli ordini. Le vendite trattate dai rappresentanti o agenti della venditrice sono definitive solo dopo la conferma d’ordine scritta da parte della venditrice medesima. Inoltre, la stessa si riserva di non dare corso al contratto, senza alcun obbligo di risarcimento danni, qualora i materiali necessari per l’esecuzione del contratto non siano reperibili sul mercato. In ogni caso, la venditrice si riserva di sospendere l’esecuzione del contratto qualora le condizioni patrimoniali dell’acquirente siano divenute tali da porre in pericolo il conseguimento della prestazione dovuta a favore della venditrice; in tal caso il compratore è obbligato a ritirare con pagamento contestuale i manufatti approntati sotto comminatoria
dell’esecuzione coattiva prevista dall’art. 1515 C.C. e del risarcimento dei danni.
I materiali consegnati o anticipati non condizionano la venditrice a proseguire la fornitura e dovranno essere in ogni caso pagati.
2 - Modifiche all’ordine. Tutte le ordinazioni in aggiunta e a completamento della fornitura principale dovranno essere comunicate per iscritto alla venditrice, anche via fax-simile, e dalla stessa confermate per iscritto. Qualora tali richieste di modifica fossero accettate, saranno comunque fatturate a carico del cliente le eventuali competenze amministrative e/o gli eventuali costi supplementari connessi alla modifica stessa. Queste modifiche saranno, inoltre, sempre soggette alle presenti condizioni generali di vendita ed i relativi prezzi verranno commisurati a quelli in vigore sul listino vigente al momento dell’ordine di completamento. E’ esclusa, in ogni caso,  l’accettazione di richieste modificative a meno di quattro settimane dal termine di consegna indicato in conferma d’ordine. Ogni modifica implica un nuovo termine di consegna; la venditrice si prodigherà comunque per assicurare una consegna quanto più rapida possibile.
3 - Dati, misure e relative responsabilità. Tutte le misure si intendono sempre fornite e comunque sempre controllate e verificate dal compratore, anche se questi nell’effettuare l’ordine si è servito di personale dipendente o comunque organizzato dalla venditrice, per cui egli assume esclusivamente ogni responsabilità, anche per eventuali errori di misura o interpretazione di ordini non codificati o incompleti
nei dati, liberandone il venditore. Il cliente si assume, inoltre, ogni responsabilità anche nel caso in cui, in sede di impartizione di ordine, non dovesse utilizzare i moduli per le commissioni predisposti dalla venditrice. La stessa venditrice declina altresì ogni responsabilità per i requisiti tecnici, la durata ed il funzionamento di serramenti eseguiti in base a disegni tecnici forniti dal compratore e che non sono
inclusi nel listino della venditrice, o che non rientrano nelle specifiche tecniche consigliate nella documentazione tecnica della venditrice stessa.
Articolo 4 - Consegna: approssimatività dei termini. La merce si intende fornita ed accettata al momento dell’arrivo nel luogo indicato in conferma d’ordine. Se nel luogo pattuito non dovesse trovarsi alcuna persona autorizzata all’accettazione della stessa, la venditrice ha il diritto, a sua scelta e comunque a spese ed a rischio del cliente, di scaricare o rispettivamente di far scaricare le cose in luogo o
di riportarle indietro e di depositarle. Sia nell’uno che nell’altro caso l’accettazione della merce si intende comunque effettuata al momento dell’arrivo nel luogo originariamente pattuito.
Lo scarico della merce dagli automezzi nel magazzino del compratore ed il suo successivo eventuale smistamento sono a carico dell’acquirente e devono avvenire avvalendosi di attrezzatura idonea e manodopera sufficiente messa a disposizione dal compratore, senza addebito di alcuna spesa a carico della venditrice.
Qualora il trasporto dovesse avvenire a mezzo di un vettore, la merce si intenderà accettata al momento della consegna.
Nei casi di vendita franco partenza , l’acquirente si impegna a ritirare la merce non appena gliene è comunicato l’approntamento e comunque non oltre dieci giorni dalla comunicazione stessa. In caso di ritardo del ritiro della merce dovuto a qualsiasi causa, la venditrice ha diritto di esigerne il pagamento, secondo le modalità ed i termini contrattualmente stabiliti, e può altresì richiedere le spese di immagazzinaggio e sosta della stessa. Resta inteso che la venditrice non assume garanzia alcuna per i danni che direttamente o indirettamente possano derivare dalla giacenza della merce, sia nei magazzini della venditrice sia in quelli degli spedizionieri o dei trasportatori o di terzi.
I termini di approntamento e di consegna, comunque e dovunque indicati, si intendono solo indicativi e non perentori, riferiti a giornate lavorative calcolate secondo gli accordi sindacali e decorrenti dalla data di arrivo alla sede della venditrice di tutte le misure e di tutti i dati tecnici definitivi di costruzione. Eventuali ritardi non potranno, quindi, in nessun caso, dare luogo a risarcimento del danno o alla risoluzione anche parziale del contratto e gli imprevisti, come scioperi, sospensioni di energia elettrica, alluvioni, incendi, difficoltà di trasporti, guasti alle macchine, difficoltà di rifornimento di materie prime, ecc.., costituiscono cause di forza maggiore per la venditrice.
5 - Rischi del trasporto. La merce viaggia a rischio e pericolo del compratore, salvo diversa pattuizione scritta. La consegna della merce, ad ogni effetto, s’intende fatta al momento della consegna al vettore ed allo spedizioniere ed il contratto s’intende concluso sempre presso la sede della venditrice, anche se le trattative sono state condotte da dipendenti o da agenti di vendita, che non sono mai
muniti di poteri di rappresentanza. La merce, anche se concordata con trasporto franco magazzino del compratore, si intende con scarico e immagazzinaggio esclusi e viaggia sempre a totale rischio e pericolo del compratore, il quale dovrà porgere reclamo all’autista, al vettore od allo spedizioniere per qualunque ammanco o difetto, mediante annotazione sul documento di trasporto, e ciò a pena di decadenza immediata di opporre eccezioni al riguardo. Inoltre, nelle spedizioni con pagamento in contrassegno, la spesa di incasso è a carico del compratore. La venditrice non assicura il trasporto con polizza assicurativa.
6 - Imballaggio della merce. La merce viene venduta avvolta in una pellicola protettiva ed è a cura ed onere del compratore rimuoverla.
L’imballaggio è sempre escluso dai prezzi di vendita. L’imballaggio speciale è costituito da contenitori o gabbie in ferro o in altro materiale a rendere, considerato attrezzatura per la spedizione della merce di proprietà della venditrice, con la conseguenza che esso verrà addebitato al compratore, al prezzo di mercato corrente, in caso di mancata restituzione entro dieci giorni dall’avvenuta consegna della merce. Il trasporto per la restituzione del materiale è a carico del compratore.
Eventuali imballi speciali richiesti dal compratore saranno fatturati al prezzo di mercato corrente.
7 - Campioni e materiale illustrativo. I campioni, i cataloghi e qualsiasi documentazione tecnica hanno valore puramente indicativo, dimostrativo e pubblicitario, per cui il compratore rinuncia ad ogni reclamo in ordine ad eventuali differenze tra la merce fornita e quanto risulta dal materiale dimostrativo in suo possesso.
La venditrice si riserva, inoltre, la facoltà di apportare, in qualsiasi momento, alla merce di sua produzione, le modifiche di carattere tecnico-costruttivo, da lei ritenute le più opportune, che non costituiscano diminuzioni della qualità del prodotto, senza obbligo di informare il compratore o terzi, di modificare i campioni, i cataloghi ed altra documentazione tecnica in circolazione. Le denominazioni di
manufatti e così pure quella di componenti, richiamate negli ordini, in quanto liberamente assegnate dalla venditrice per comodità di identificazione, hanno valore puramente indicativo di quello che più dettagliatamente risulta dai campioni, dai cataloghi e da qualsiasi altra documentazione tecnica posta in circolazione dalla venditrice.
8 - Fatturazione. La fatturazione avviene a seguito dell’accettazione della conferma d’ordine (a meno che non si tratti di fatture di acconto).
In fattura vengono riportati il numero, la misura ovvero il tipo delle cose ordinate così come descritte in conferma d’ordine.
9 - Variabilità dei prezzi. Il compratore prende atto che sul prezzo dei manufatti, il materiale incide nella misura del 50% e la manodopera del 40% e che tale materiale viene acquistato dalla venditrice a prezzi non costanti. Pertanto, il compratore accetta di trasferire su di sé ogni rischio per aumento prezzi di detto materiale e quindi riconosce che il prezzo praticato dalla venditrice al momento della sottoscrizione del presente ordine potrà subire variazioni come segue: nel caso di aumento del materiale o della manodopera di oltre il 5% rispetto al prezzo indicato o di listino alla sottoscrizione del presente ordine, la venditrice potrà aumentare nella misura corrispondente il prezzo di vendita. Il riferimento alla sopraddetta misura percentuale non si intende quale franchigia.
10 - Pagamenti, ritardi nei pagamenti e inadempimenti contrattuali. I pagamenti debbono essere esclusivamente effettuati alla sede della venditrice o ad incaricati all’uopo muniti di mandato all’incasso. I termini di pagamento devono essere rispettati anche nei casi di ritardo dell’arrivo della merce e/o di avaria o perdite parziali o totali verificatisi durante il trasporto, nonché nel caso in cui la merce, messa a disposizione dal compratore presso la venditrice, non venga ritirata dal compratore, come previsto nel precedente articolo 4.
Sui ritardati pagamenti decorreranno dalla data di scadenza, di pieno diritto e senza nessuna costituzione in mora, gli interessi moratori ad un saggio corrispondente a quanto stabilito dal Decreto Legislativo 9 ottobre 2002, n° 231, con facoltà della venditrice di emettere tratta a vista senza altro avviso con bollo a carico del compratore. L’inadempienza dei pagamenti nel termine e nelle forme convenute,
autorizza la venditrice alla sospensione della fornitura. Qualsiasi contestazione che dovesse sorgere per qualunque motivo non darà diritto al compratore di sospendere il pagamento delle somme dovute alla venditrice. Il compratore, inoltre, è responsabile del pagamento della fornitura anche se ordinata per conto e nome di terzi ed in solido con questi. Eventuali esenzioni o agevolazioni finali, dovranno essere specificamente comunicate dal compratore all’atto dell’ordinazione; in caso contrario, la venditrice applicherà le normali imposizioni fiscali. In caso di pagamenti rateali, il mancato pagamento di una rata provocherà l’immediata scadenza di diritto delle successive, anche se per ordinativi diversi o per consegne ripartite, decadendo il Committente dai benefici del termine. Il rilascio di effetti e le eventuali rinnovazioni pattuite non costituiscono novazione dell’originaria obbligazione.
11 - Disciplina del reclamo. La merce fornita deve essere verificata dal cliente o dalla direzione lavori per scoprire eventuali vizi. La rottura di vetri dev’essere contestata immediatamente e per iscritto sul documento di trasporto che accompagna la merce in consegna. Eventuali reclami riguardanti vizi dei prodotti venduti devono essere sollevati per iscritto esclusivamente a mezzo lettera raccomandata
ed esclusivamente presso la sede legale della venditrice, entro il termine perentorio di otto giorni dall’arrivo della merce, ed in ogni caso prima che i manufatti vengano messi in opera, o, qualora si tratti di vizi occulti, entro il termine massimo di otto giorni dalla loro scoperta e ciò a pena di decadenza. Ad ultimazione del montaggio dei serramenti (se previsto a carico della venditrice) il compratore è tenuto a rilasciare il certificato di fine lavoro e relativo benestare. In caso di mancato rilascio la fornitura si intenderà incondizionatamente accettata. Inoltre, trascorsi 150 giorni dal ricevimento dei manufatti, non è più ammesso alcun reclamo per vizi o difformità di qualsiasi genere o natura, sorti sia prima che dopo lo spirare di detto termine. Pervenuto il materiale al deposito indicato dal compratore, esso si
considera accettato e gradito dallo stesso con la firma del documento di trasporto, sia in relazione alla qualità che al numero dei pezzi ed accessori d’uso. II compratore da atto che i documenti di trasporto e consegna ed altri eventuali documenti relativi all’ordine, possono essere sottoscritti ad ogni effetto da chiunque sia presente al momento del ricevimento dei manufatti presso il domicilio indicato in contratto. Qualora il reclamo sia tempestivo e risulti fondato, l’obbligo della venditrice è limitato alla sostituzione della merce riconosciuta non corrispondente, per cui il compratore rinuncia a chiedere la risoluzione del contratto, il risarcimento dei danni od il rimborso delle spese a qualsiasi titolo sostenute. Resta altresì inteso che nessun reclamo può essere fatto valere, neppure in via d’eccezione, se non
dopo il regolare e totale pagamento dei manufatti ai quali il reclamo si riferisce.
12 - Rinuncia ad eccezioni per vizi entro i limiti di tolleranza. I manufatti di fabbricazione della venditrice sono collaudati a tutti gli effetti, tanto per la buona qualità delle materie prime impiegate, quanto per la lavorazione, come per il regolare funzionamento. Eventuale collaudo richiesto ed accettato dalla venditrice, deve avvenire esclusivamente presso gli stabilimenti della venditrice stessa. Il
colore e la verniciatura sono effettuati nella tinta scelta dal compratore, fra quelli del campionario della venditrice. La variazione di tonalità nell’ambito dello stesso tipo cromatico non da diritto al compratore di sollevare l’eccezione di vizio o di
mancanza di qualità.
13 - Garanzie. Il cliente dovrà indicare, in fase di ordine o proposta di acquisto, l’indirizzo esatto del cantiere dove saranno montati i serramenti. La venditrice non risponde del cattivo funzionamento dei manufatti causati da difetti delle opere murarie, per tali intendendosi qualsiasi lavoro a carattere edilizio, collegato direttamente o indirettamente alla posa in opera dei manufatti o parti componenti gli stessi. La venditrice non assume alcuna garanzia per il funzionamento dei manufatti che non siano stati posti in opera da operai suoi dipendenti o da personale da lei organizzato, anche nel caso che il compratore abbia provveduto alla posa in opera solamente di alcune parti componenti il manufatto, per i difetti causati da umidità o da eccessivo riscaldamento dei locali. Inoltre, la venditrice non risponde in alcun caso del deterioramento verificatosi durante la permanenza dei manufatti
nel magazzino del compratore o nel cantiere.
Nel caso in cui il montaggio, la manutenzione, la pulizia e la riparazione dei manufatti siano stati effettuati da personale specializzato ed autorizzato dalla venditrice, la stessa (previo ricevimento del verbale di collaudo, trasmesso in allegato ai documenti di trasporto, compilato in ogni sua parte, debitamente firmato e sottoscritto dal compratore e dall’addetto alla posa in opera, trasmesso entro 10
giorni dall’ultimazione della posa in opera a mezzo raccomandata A.R.), rilascia un certificato di garanzia decennale che assicura sui propri prodotti:
a. La posa in opera dei serramenti Coserplast deve essere effettuata esclusivamente da personale specializzato messo a disposizione dai nostri Rivenditori o da personale dipendente Coserplast. La posa in opera deve essere eseguita nel rispetto delle norme UNI vigenti (UNI 10818 e successive modifiche ed aggiornamenti). Il rivenditore che firma la regolare posa in opera deve anche attestare di aver eseguito o fatto eseguire la posa in opera nel rispetto delle norme UNI 10818 vigenti. La garanzia e tutte le eventuali contestazioni rimangono a carico del cliente / rivenditore qualora:
- la posa in opera non sia eseguita a regola d’arte nel rispetto delle norme UNI 10818 e seguenti;
- non sia stato eseguito il pagamento (da parte del cliente / rivenditore) a favore di Coserplast.
b. Coserplast assicura sui prodotti le seguenti garanzie:
- Mantenimento delle forme geometriche e della struttura dei serramenti assoggettati al normale funzionamento;
- Costanza qualitativa, certificata ed assicurata dei materiali utilizzati;
- Resistenza al sole e stabilità della colorazione;
- Assenza di fenomeni di condensa e polvere nell’intercapedine del vetro camera (fermo restando quanto espressamente escluso nel paragrafo successivo);
- Riparazione o sostituzione gratuita di elementi difettosi.
c. Sono esclusi dalla garanzia tutti i serramenti che espressamente non vengono garantiti da Coserplast in conferma d’ordine (tipologia non garantita) ma comunque ordinati. Non sono coperte da garanzia tutte le componenti risultanti difettose a causa di incuria, manomissione e negligenza nell’uso, di errata o mancata manutenzione, danni causati da trasporto o movimentazione in cantiere,
tutte le parti asportabili, le parti in vetro, le guarnizioni, gli eventuali accessori e tutte le componenti soggette ad usura. Relativamente al vetro la garanzia è valida alle seguenti condizioni:
- Il controllo qualitativo dal punto di vista ottico di un vetro camera posto in opera deve essere effettuato da una distanza non inferiore ai due metri ed in condizioni di normale illuminamento diurno, senza irraggiamento solare diretto; l’osservazione deve avvenire dall’interno dell’edificio verso l’esterno;
- L’eventuale presenza di puntini, bollicine, graffi, aloni, corpi estranei o sporcizia in generale, non visibile nelle condizioni suddette non può essere considerata difetto e quindi oggetto di garanzia.
d. La richiesta d’intervento prevede, oltre al diritto fisso di chiamata, le spese di trasferimento al domicilio, calcolate secondo le tariffe vigenti al momento dell’intervento stesso.
In nessun caso Coserplast può essere ritenuta responsabile di eventuali danni subiti dal Cliente in relazione ai tempi di effettuazione degli interventi in garanzia ed agli eventuali ritardi degli stessi.
e. Le riparazioni effettuate in garanzia non daranno luogo a prolungamenti o rinnovi della stessa.
f. Trascorsi 10 (dieci) anni decade la garanzia sul prodotto e su tutte le sue componenti e l’eventuale assistenza sarà prestata addebitando tutti i costi dell’intervento.
14 - Riserva di proprietà. Sino a completo pagamento la proprietà della merce s’intende riservata alla venditrice ex art. 1523 C.C., con espresso divieto al compratore di cedere, alienare, noleggiare, comodare o dare in uso o in pegno i manufatti, né rimuoverli dal luogo della loro originaria destinazione, nè lasciarli sequestrare o pignorare senza dichiarare la proprietà della venditrice (dandone
comunque immediato avviso scritto a quest’ultima) o incorporare in immobili la merce sino al completo pagamento della fornitura, pena, in caso di violazione anche di uno solo degli obblighi predetti, sua decadenza dal beneficio del termine del pagamento rateale o differito contrattualmente pattuito, anche se regolata con cambiali e cioè sino all’effettivo pagamento delle stesse. La venditrice è autorizzata
a portare a conoscenza dei terzi interessati il patto di riservato dominio. Del pari, l’inadempienza del compratore nei pagamenti in ordine a più rate o a somme differite o anche ad una sola eccedente la ottava parte del prezzo, comporta la decadenza dal predetto beneficio, con diritto della venditrice di agire immediatamente per l’intero saldo residuo in un’unica soluzione, ovvero (a sua scelta esclusiva) di
ritenere senz’altro risolto il contratto con immediata restituzione di tutti i manufatti, restando in tal caso le rate o parti di prezzo già pagate, acquisite in via definitiva alla venditrice a titolo di compenso per il godimento intercorso e di indennizzo, salvo i maggiori danni. Inoltre, la venditrice, cumulativamente o alternativamente a quanto precede, a suo insindacabile giudizio, si riserva il diritto di sospendere o interrompere le consegne oppure di chiedere congrue garanzie, qualora si verificassero variazioni di qualsiasi natura nella composizione sociale, nella forma e nella struttura o situazione della ditta o di apparato interno della stessa o nella consistenza o nella capacità commerciale del compratore, come pure in caso di protesti, di sospensione di pagamenti, di sottoposizione dello stesso compratore ad esecuzione mobiliare o immobiliare, o a procedura concorsuale, o di qualsiasi difficoltà di adempimento delle obbligazioni assunte nei confronti di terzi.
15 - Foro competente. Tutte le controversie riguardanti il presente contratto e da esso derivati, saranno di esclusiva competenza del Foro di Matera, anche se il pagamento sia convenuto a mezzo tratta o cambiale domiciliata presso il debitore.
Per patto espresso detta competenza esclusiva non potrà essere derogata neppure per chiamata in garanzia e per ragioni di connessione.
16 - Dichiarazione di responsabilità. Il Committente dichiara approvare tutte le clausole sopra descritte e di avere controllato e di confermare le misure, i prezzi e le quantità.